AquaFarm, il mondo dell’acquacoltura fa tappa a Pordenone

Aquafarm è la fiera dedicata al settore della acquacoltura e della pesca sostenibile. La mostra si svolge nel quartiere fieristico di Pordenone, quasi sempre nel mese di febbraio, e divide il programma in due diversi appuntamenti.

Gli incontri sono interamente dedicati alla pesca sostenibile e raggruppano un corposo numero di partecipanti. Le ultime statistiche rivelano infatti che l’attività dell’acquacoltura sostenibile è oggi un settore in via di sviluppo: per questa ragione, sempre più corposo è il numero di professionisti che prova ad introdursi in questo specifico ambito lavorativo o che se ne interessa.

La fiera : tutto ciò che c’è da sapere

Le più recenti edizioni della mostra-convegno hanno infatti registrato la presenza di 2500 visitatori, la cui provenienza viene ricondotta a 41 diversi paesi. Il pubblico presente alla fiera è infatti esperto e minuziosamente profilato: gli incontri sono infatti destinatia tutti gli operatori appartenenti al bacino Mediterraneo. Il mercato a cui si rivolge l’evento racchiude in sé un’utenza diversificata e multiculturale: i visitatori che affollano la mostra giungono a Pordenone dalla Grecia, dalla Slovenia, dalla Croazia, dal Portogallo e da tutta l’area Balcanica.

Inoltre, la geografia di Pordenone favorisce infatti la messa in relazione delle principale regioni italiane con le più importanti città d’Europa.

Ad accogliere un flusso turistico tanto massiccio, ben 124 aziende espositrici.

Settori merceologici

Se stai pensando di prendere parte anche tu ad Aquafarm, sappi che l’industria della acquacoltura si compone di mille o più sottocategorie. Pertanto, trovare al suo interno una giusta collocazione non è poi così difficile. Le categoria abbracciate dalla mostra sono molteplici. La mostra dà infatti vita ad un percorso espositivo ampio e diversificato: in esso trova spazio il settore dell’allevamento, quello della lavorazione e quello del consumo. Un altro ambito professionale proposto da Aquafarm è quello dell’algocoltura, un settore che si occupa di trasformare le alghe in un’autentica risorsa naturale per l’industria energetica, quella alimentare e quella farmaceutica e cosmetica.

Perché partecipare

Quando le aziende decidono di partecipare ad una fiera sanno che, se programmano tutto con ampio anticipo e pianificano strategie di marketing efficaci, riescono ad avere successo. In particolare, partecipare alla fiera di Aquafarm vuol dire entrare in contatto con un gran numero di professionisti e dunque avere l’opportunità di stringere nuovi accordi, incrementare le vendite, ampliare il proprio organico e avviare collaborazioni incredibilmente proficue.

La mostra è però da intendere anche come un grandissimo convegno a cui poter prendere parte. Parte dell’evento dedica infatti attenzione all’aggiornamento professionale. Molti sono i workshop, i seminari e gli appuntamenti formativi organizzati per l’occasione. Ciascuno di questi incontri avvia un importante dibattito circa i nuovi sviluppi dell’industria dell’acquacoltura. I temi al centro della discussione spaziano dalla lotta all’inquinamento e al consumo di plastica, fino ad arrivare alla produzione circolare di prodotti alimentari. Possiamo dunque affermare che Aquafarm è oggi il miglior centro d’aggregazione per i professionisti di questo preciso ambito.

Per ricevere maggiori informazioni in merito alla fiera AquaFarm consulta il sito web http://www.aquafarm.show