Consigli per Espositori: cose da fare dopo la partecipazione ad una fiera di settore per aumentare il ROI

Con l’incremento delle nuove tecnologie gli imprenditori e le aziende si pongono sempre più spesso la domanda se vale la pena partecipare alle fiere di settore considerando che oggi i potenziale clienti possono essere raggiunti anche tramite il web.

Ebbene si, nonostante ci troviamo nell’era digitale, è possibile affermare che le fiere di settore hanno ancora un grandissimo valore. Per garantire che la partecipazione dell’evento abbia successo è necessario però che la comunicazione delle aziende sia curata prima, durante e al termine della fiera.

Nella fase iniziale è necessario comprendere in quale fiera bisogna investire il proprio tempo e denaro, stabilire obiettivi e pianificare strategie di marketing. Durante la fiera bisogna fare in modo di conoscere potenziali clienti e partner e nella fase fine, ovvero, al termine della fiera, bisogna convertire i potenziali clienti in clienti.

E’ importante entrare a contatto con i potenziali clienti dopo la fiera . Lo scopo principale della partecipazione della l’azienda ad una fiera di settore è quello di migliorare la visibilità e incrementare il numero dei clienti. Purtroppo però il processo di acquisizione di potenziale cliente a cliente non è immediato.

Al termine della fiera inizia il lavoro più difficile: trasformare i contatti ottenuti durante la fiera in clienti.

Molte aziende ancora oggi non comprendono quanto sia utile continuare a promuovere l’evento anche al termine della fiera. Proprio nei giorni successivi si deve puntare ad incrementare il numero dei visitatori di un sito web. E’ consigliato anche scrivere un articolo descrivendo l’esperienza in fiera e ringraziando i presenti della partecipazione. Nei successivi giorni o nelle successive settimane bisogna anche pubblicare foto e video dell’evento sui Social Network.

Durante la fiera si ottengono indirizzi e-mail. Entro sette giorni dal termine dell’evento bisogna inviare un’e-mail di ringraziamento a tutti i contatti. Questo è il primo approccio che si ha con un potenziale cliente ed è quindi consigliabile ricordargli brevemente il nome dell’aziende e delle soluzioni offerte. Il visitatore, d’altro canto, dopo la fiera, riceverà tante e-mail e quindi per catturare la sua attenzione bisognerà inviare e-mail con una struttura creativa, utilizzando un linguaggio informale ed aggiungendo le fotografie più significative dell’evento. Alla fine dell’invio è possibile anche chiedere al visitatore il consenso di inviare future newsletter.

Consiglio importante è quello di targetizzare le e-mail da inviare. Durante la fiera è necessario trascrivere le risposte alle domande poste ai visitatori che lasciano il proprio indirizzo email. In base alle risposte ottenute è possibile quindi differenziare le email.

Al termine della fiera inoltre bisogna monitorare il ROI. Come fare?

Numerosi sono gli imprenditori che non sanno dare una risposta alla domanda “com’è andata la fiera?” oppure rispondono positivamente solo perché hanno ottenuto decine o centinaia di bigliettini da visita. Per sapere se la fiera ha avuto successo bisogna misurare la sua efficacia in base agli obiettivi prefissati. Ad esempio se come obiettivo principale si ha quello di aumentare la visibilità e la Brand Reputation è possibile monitorare le visite ricevute del sito.