Consigli per gli espositori: l’importanza delle fiere di settore per fare PR (Pubbliche Relazioni)

Al giorno d’oggi nessuno può consentirsi il lusso di fare a meno delle PR (pubbliche relazioni)sono attività fondamentali per far conoscere il proprio brand e per affermare la propria identità aziendale sul mercato. La visibilità di un marchio infatti dipende non soltanto dalle campagne pubblicitarie a pagamento e dell’ottimo posizionamento SEO ma anche da tecniche di comunicazioni ben specifiche, che talvolta includono attività di mediazione interculturale.

Le fiere di settore sono un’ottima occasione per poter fare PR: sebbene il motivo principale per cui prendete parte all’evento è promuovere i vostri nuovi servizi/prodotti, confrontarvi con la concorrenza, fare networking e conoscere le ultime novità sul mercato, non dimenticate che saranno presenti anche giornalisti del settore e blogger. Bisogna quindi cogliere l’occasione per far parlare di voi anche al di fuori dei media che controllate direttamente: per farlo è opportuno affermarvi a esperti delle Pubbliche Relazioni, spesso chiamati semplicemente PR (dall’inglese ‘public relations’).

Essi si occupano di curare l’immagine aziendale, attraverso alcune attività di marketing e di comunicazione che sono destinate sia a un pubblico interno che esterno all’azienda, come ad esempio i clienti, i fornitori, i media, i dipendenti, i collaboratori, ecc. I loro obiettivi sono soprattutto la gestione della reputazione di un’azienda ma anche del suo rapporto con il pubblico di riferimento, oltre che la definizione dell’immagine aziendale.

Le fiere di settore contribuiscono a rafforzare questa tipologia di attività: dopo aver lanciato il progetto (distribuzione di materiali informativi, organizzazione di eventi, rapporti con collaboratori e fornitori, iniziative culturali, relazioni con la stampa, ecc), il team delle PR si occuperà di raccogliere i dati relativi ai risultati del progetto.

Durante la fiera di settore bisogna prestare dunque attenzione non soltanto all’allestimento dello stand, alla scelta del team specializzato nel settore commerciale e al materiale informativo da preparare ma anche alla “comunicazione”.Comunicare in modo convincente vi aiuterà a far percepire immediatamente al pubblico e ai media chi siete, cosa offrite e perché dovrebbero scegliervi. I professionisti delle PR durante l’evento dovranno concentrarsi sui tempi, modi e torni della comunicazione per creare un sentimento positivo intorno alla vostra impresa: svilupperanno strategie volte ad assicurare un’efficace copertura mediatica, in funzione di una pluralità di obiettivi di business come l’incremento della “brand awareness”, la fidelizzazione dei clienti già acquisti, la massimizzazione del successo del brand,l’ aumento della reputazione del marchio etc.

Sarà loro compito organizzare conferenze stampa per l’azienda, stipulare media partnership e accordi di co-marketing, mantenere i rapporti con i giornalisti, opinion leaders, partner commerciali e altri enti rilevanti per il business, organizzare campagne pubblicitarie e coordinare i progetti di sponsorizzazione e promozione.

Infine ci teniamo a darvi un consiglio. Con l’evolversi delle tecniche di comunicazione, accanto ai PR tradizionali troverete le figure dei DigitalPR, figure specializzate nella realizzazione e condivisione di contenuti digitali sul sito e sul blog aziendale, nella gestione di profili sui social networks(Facebook, LinkedIn, Twitter, Instagram ecc.) enell’ottimizzazione delle newsletteraziendale.

Visto che il web ha un ruolo importante nel mondo del lavoro e sul mercato, è necessario adattarsi per non estinguersi: la comunicazione della vostra azienda deve poter vantare un background digitale solido.